Il sinkhole di Marcellina del 2001 (Monti Lucretili, Lazio)

  • Alessio Argentieri | a.argentieri@cittametropolitanaroma.gov.it Città Metropolitana di Roma Capitale - Servizio 3 “Geologico e difesa del suolo, protezione civile in ambito metropolitano”- Dip. VI “Pianificazione strategica generale”, Roma, Italy.
  • Michele Di Filippo Consiglio Nazionale delle Ricerche- Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria, Italy.

Abstract

Nel gennaio 2001 si verificò presso Marcellina (area metropolitana di Roma), alle pendici occidentali dei Monti Lucretili, un fenomeno di sprofondamento catastrofico improvviso. Il sinkhole è collocato in località Pozzo Grande, area pianeggiante posta allo sbocco di diversi valloni che solcano profondamente la dorsale carbonatica (Fig. 1). Dopo molti decenni, fu il primo caso documentato in tempo reale nel territorio provinciale di Roma; la memoria storica porta infatti agli analoghi collassi osservati nella vicina bassa Valle del Tevere, presso Leprignano (l’odierna Capena), ripetutisi ciclicamente tra la fine del XIX secolo e le prime decadi del Novecento (Console e Nisio 2020), in un’area che di recente ha dato segni di attività con l’evento sismico di bassa magnitudo del 4 ottobre 2020 e una serie di boati percepiti nei giorni successivi [...].

Dimensions

Altmetric

PlumX Metrics

Downloads

Download data is not yet available.
Published
2020-12-22
Info
Issue
Section
News and Columns (not peer reviewed)
Keywords:
geological memory sites, Lucretili Mts., Marcellina, sinkhole
Statistics
  • Abstract views: 98

  • PDF: 26
How to Cite
Argentieri, A., & Di Filippo, M. (2020). Il sinkhole di Marcellina del 2001 (Monti Lucretili, Lazio). Acque Sotterranee - Italian Journal of Groundwater, 9(4). https://doi.org/10.7343/as-2020-491

Most read articles by the same author(s)